Vincenzo Branà

Avatar

Dei fatti, del giornalismo, della cultura lgbtq, di Bologna, della cronaca, della politica e d’altre bazzecole interessanti


La parola giusta

LA GAFFE
Berlusconi vaneggia. Con pinne, fucile ed occhiali.

AbbronzatissimaDal Corriere di oggi:

“Berlusconi non arretra di un millimetro, rivendica il diritto ad usare l’aggettivo “abbronzato” per definire in modo scherzoso il neo inquilino della Casa Bianca, richiama alla memoria dei giornalisti una canzone di successo Abbronzatissima: “Ricordate le parole? Una cosa assolutamente gioiosa, non certo offensiva. Potevo anche dire che è giovane e alto, usare un altro aggettivo, ma non sarebbe stato carino per Putin e Medvedev che non sono certo alti.”

Per non rimanere nel dubbio sono andato a cercarmi il testo di Abbronzatissima di Edoardo Vianello:

A Abbronzatissima
sotto i raggi del sole/ come è bello sognare/ abbracciato con te.
A Abbronzatissima
a due passi dal mare/ come è dolce sentirti/ respirare con me.
Sulle labbra tue dolcissime/ un profumo di salsedine/ sentirò per tutto il tempo/di questa estate d’amor.
Quando il viso tuo nerissimo/ tornerà di nuovo pallido/ questi giorni in riva al mar/non potrò dimenticar.
A Abbronzatissima
sotto i raggi del sole/ a due passi dal mare/ abbracciato con te.
A Abbronzatissima.

E improvvisamente ho capito.

Superdotato, Silvio: questa sarebbe stata la parola giusta. O “nerchione” se volevi darci un tocco più “immediato”, come di solito fai tu. Nessuno se la sarebbe presa e ci saremmo fatti davvero un sacco di risate.

|

Prima di andartene...

Ci sono molti altri articoli che possono interessarti. Sfoglia gli archivi! Se decidi che il tuo tempo qui è terminato, allora permettimi di invitarti a tornare. E lasciati salutare con un aforisma di Jawaharlal Nehru, fondatore, insieme a Gandhi, dell'India indipendente e democratica...




My status